WEBINAR Prenota una dimostrazione dal vivo Pianificala
experience the next
 
Home  > Azienda  > Ufficio stampa  > News

Rilascio di Axxon Next 4.3.2

06/13/2019

Rilascio di Axxon Next 4.3.2

AxxonSoft è orgogliosa di presentare la versione 4.3.2 del sistema Axxon Next VMS. La nuova versione presenta innovazioni negli strumenti di video-analisi e ricerca forense, integrazione dei flussi di più telecamere in una sola visualizzazione panoramica, gestione centralizzata dei server per operazioni di manutenzione e aggiornamento, oltre a numerosi altri miglioramenti.

Strumenti di video-analisi

Aggiunta di strumenti di conteggio visitatori e rilevamento di code. Lo strumento per il rilevamento di code effettua il conteggio dei visitatori in un'area prestabilita e avvisa il sistema in caso di superamento del limite. Lo strumento di conteggio visitatori è in grado di tenere il conto delle persone che entrano ed escono da un'area prestabilita. Questi strumenti di rilevamento sono indicati per l'applicazione nel settore retail. Sono in grado di fornire stime precise delle presenze in negozi e aree di vendita, permettendo una migliore gestione del personale nei punti vendita.

Inoltre, sono state aggiunte funzioni di supporto per la gestione dei metadati ricevuti da telecamere ANPR. Questo permette di ridurre il carico dei server durante le ricerche dei numeri di targa negli archivi video. Inoltre, è possibile utilizzare più telecamere per server.

Da oggi i rilevatori di fumo e incendi utilizzano reti neurali dedicate per ciascun tipo di hardware (CPU, GPU, e Intel® Movidius™ VPU) con un notevole miglioramento delle prestazioni.

Ricerca negli archivi video

Sarà ora possibile utilizzare i criteri di ricerca MomentQuest salvati su tutti gli altri canali che impiegano telecamere. Gli strumenti di ricerca forense sono ora accessibili tramite un client web che offre funzioni molto simili a un software per desktop.

Il client web da oggi supporta anche report dei risultati di ricerca che comprendono statistiche sugli eventi aggiornate ogni minuto/ora. I report possono essere stampati e/o esportati.

Visualizzazione panoramica di più telecamere

La nuova funzione FrameMerge permette una più efficace copertura di ampie aree, quali campi sportivi, porti e aeroporti, magazzini, stabilimenti produttivi e spazi pubblici. FrameMerge è in grado di raccogliere i flussi video di più telecamere contigue in un'unica inquadratura panoramica che può essere visualizzata in tempo reale, riprodotta dall'archivio video o esportata. La funzione di zoom consente di ingrandire singole porzioni dell'inquadratura panoramica, che possono essere visualizzate sul pannello dei messaggi.

L'inquadratura panoramica è ricostruita automaticamente da un apposito algoritmo che effettua la scansione delle immagini di telecamere adiacenti alla ricerca dei più opportuni punti di unione, che vengono uniti nell'immagine video integrata.

Servizio di failover

Il servizio di failover ha ricevuto significativi miglioramenti. È ora possibile sospendere qualsiasi server (ad esempio, per manutenzione) del cluster senza interruzioni della disponibilità del sistema. La configurazione del server sospeso viene automaticamente trasferita al server di backup e ripristinata al riavvio del server in questione.

Tutti i server del cluster possono ricevere gli aggiornamenti in un singolo pacchetto di distribuzione o tramite collegamento a un file di rete. Questo metodo consente tempi di aggiornamento di sistema rapidissimi.

Tramite l'interfaccia web è inoltre possibile creare coppie di server ridondanti, definendo server primari e secondari. Gli archivi di filmati video possono ora essere memorizzati su dischi NAS o localmente. Replicando in modo permanente gli archivi video locali sul server di backup, essi saranno accessibili dopo i trasferimenti di configurazione.

Macro

Il sistema offre ora estese capacità di automazione. È possibile eseguire automaticamente delle macro nei seguenti casi:

  • superamento dei limiti di carico della CPU, di RAM o della disponibilità di banda del server;
  • raggiungimento di un livello critico di spazio libero sugli HDD del server;
  • raggiungimento del livello minimo di spazio libero nell'archivio video;
  • attivazione di relè.

Le azioni definibili in una macro da oggi comprendono la possibilità di includere altre macro o di chiudere un allarme tramite l'assegnazione di uno status.

Altre novità/miglioramenti

  • L'interfaccia grafica utente del client mostra il carico corrente della CPU e l'impiego di banda del server.
  • Selezionando filmati video, il sistema mostra la percentuale di spazio occupato su ciascun volume. Questa informazione è utile per individuare l'inizio della sovrascrittura in modalità FIFO. È inoltre possibile proteggere le registrazioni selezionate dalla sovrascrittura.
  • È stata introdotta la possibilità di definire le autorizzazioni di amministratore per gli utenti che accedono al sistema. Rimuovendo l'account di un utente dal server LDAP, esso sarà automaticamente rimosso anche da Axxon Next VMS.
  • I flussi delle telecamere selezionate potranno essere visualizzati su dei layout di un client remoto. La gestione dei diritti di utente permette ora di garantire l'accesso a layout dei server selezionati.
  • È possibile caricare dei preset (impostazioni di brandeggio predefinite) da telecamere PTZ ONVIF.
  • La mappa adesso indica gli status di collegamento delle telecamere.
  • Sarà possibile definire un server proxy tramite il quale effettuare la connessione del dominio del proprio SGV al servizio cloud di AxxonNet.

Puoi trovare l'elenco completo delle modifiche introdotte nella versione Axxon Next 4.3.2 nelle Note di rilascio. Per scaricare il pacchetto di installazione e visualizzare la documentazione e le note di rilascio, clicca qui.


Altre Informazioni Importanti