experience the next
 
Home  > Azienda  > Ufficio stampa  > News

Rilascio di Axxon Next 4.2.1

12/27/2018

AxxonSoft è orgogliosa di presentare la versione 4.2.1 del sistema Axxon Next.VMS. Questa versione comprende nuove funzioni per gli strumenti di video-analisi e di ricerca archivi, un'interfaccia web migliorata e impostazioni di sicurezza avanzate. Le impostazioni sulla privacy sono ora conformi alle norme del GDPR.

Strumenti di video-analisi

Abbiamo introdotto un filtro di rete neurale per il sistema di tracciamento oggetti che è in grado di analizzare oggetti in movimento o abbandonati per eliminare i falsi allarmi generati dagli strumenti di rilevamento per l'analisi ambientale. Il filtro è in grado di riconoscere con precisione tipi di oggetti specifici, quali esseri umani o veicoli. Per garantire la massima qualità del funzionamento del filtro, la rete neurale apprende l'esecuzione di attività specifiche per il cliente a partire dai video registrati sul posto.

Ora sarà sufficiente sostituire il file di rete neurale per i rilevatori di fumo / incendi con la versione aggiornata. L'aggiornamento permette di richiedere ad AxxonSoft sistemi aggiuntivi di apprendimento profondo per la rete e di ricevere un file di filtro neurale pronto all'uso.

Abbiamo anche aggiunto un filtro per i falsi allarmi di riconoscimento facciale. Il filtro permette di escludere gli oggetti che hanno la maggiore probabilità di essere erroneamente identificati come volti. I risultati corrispondenti ai falsi riconoscimenti appariranno nell'elenco degli eventi ma saranno ignorati durante le ricerche nell'archivio dei filmati. Da oggi il sistema di riconoscimento facciale è in grado di distinguere età e sesso. I dati di riconoscimento possono essere visualizzati nell'elenco degli eventi e salvati nel database per ulteriori analisi statistiche.


Abbiamo aggiunto una vasta gamma di strumenti di rilevamento oggetti che attivano un allarme al raggiungimento di un numero di oggetti specificato in una data area.

L'aggiornamento ha inoltre introdotto una funzione di tracciamento per il riquadro attorno alla targa dei veicoli. Inoltre, abbiamo ridotto il carico della CPU richiesto per il riconoscimento delle targhe automobilistiche di maggiori dimensioni.

Ricerche forensi nei video registrati

Oltre al sistema di tracciamento oggetti, lo strumento base di rilevamento movimenti nei video (VMD) è ora in grado di generare metadati che possono essere usati per la funzione di ricerca forense MomentQuest. Poiché il sistema VMD richiede meno risorse computazionali, potrai ridurre i costi del tuo sistema utilizzando più telecamere per server.

Potrai ora eseguire ricerche di volti e numeri di targhe automobilistiche impiegando tutte le telecamere comprese in un dominio Axxon. A questo scopo, basterà aprire il pannello Oggetti e selezionare la casella corrispondente al dominio richiesto.

Gli archivi di filmati video possono ora essere automaticamente combinati per la riproduzione. Questa funzione può rivelarsi utile se i video di una singola telecamera sono memorizzati in più archivi: ad es., registrazione continua di video a bassa qualità nell'archivio 1 e registrazioni ad elevata qualità attivate da rilevamenti nell'archivio 2. Durante la riproduzione di un archivio combinato, i video di qualità più elevata avranno la priorità, cioè l'output consisterà nei video attivati da eventi di movimento dell'archivio 2 e in altri filmati dell'archivio 1.

Abbiamo inoltre aggiunto funzioni che permettono di:

  • caricare video esterni in formato grezzo per applicazioni di ricerca forense;
  • selezionare intervalli di tempo predefiniti (ad es., i prossimi 5, 15 o 30 minuti, l'ora passata, ecc.) nelle impostazioni di ricerca;
  • indicare la durata degli intervalli per la funzione di ricerca TimeSlice nell'ambito di un periodo prescelto;
  • copiare negli appunti con il tasto destro del mouse la data e l'orario di inizio di un clip video recuperato.

Client web

Abbiamo apportato significativi miglioramenti al Client web. Esse comprendono:

  • connessione protetta tramite protocollo HTTPS;
  • supporto dei layout, come nel Client desktop;
  • scelta di un archivio da visualizzare;
  • riproduzione di audio mp4;
  • impostazione del livello di compressione per l'esportazione dei video AVI.

Abbiamo inoltre aggiunto la possibilità di visualizzare le statistiche della telecamera. Avrai la possibilità di leggere dati quali la risoluzione in pixel, i fotogrammi al secondo, la velocità in bit e il formato di compressione per i flussi video di ciascuna telecamera. Quando la velocità in bit supera i valori attesi di 1 o 2 Mbit/s per megapixel, il flusso è contrassegnato con simboli speciali.

Impostazioni sulla privacy

Esiste la possibilità di definire una maschera di privacy poligonale per le visualizzazioni in tempo reale. La maschera non funziona durante la riproduzione di video registrati.

È ora possibile nascondere nei video registrati tutti gli oggetti immobili o in movimento a specifici tipi di utenti. La maschera opaca appare come una fascia colorata omogenea, sovrimpressa sugli oggetti target durante la visualizzazione e la ricerca di filmati o sui video esportati.

Per escludere un oggetto, basta impostare le sue zone di mascheramento: occorre coprire l'oggetto con una maschera ovale o rettangolare, regolabile nel primo e nell'ultimo fotogramma della sequenza in cui l'oggetto è presente. Il sistema Axxon Next eseguirà automaticamente un'interpolazione lineare delle posizioni della maschera nell'intera sequenza video.

Per ottenere migliori risultati, è possibile aggiungere zone intermedie all'interno della sequenza. Il software è poi in grado di interpolare la posizione della maschera tra le varie zone.

Potrai anche nascondere i volti a specifici tipi di utenti. A questo scopo, occorre impostare lo strumento di riconoscimento facciale per le telecamere coinvolte. I volti umani saranno nascosti durante le operazioni di visualizzazione e ricerca in archivio, ma anche nei video esportati.

La capacità di mascherare volti e oggetti è di fondamentale importanza per garantire la conformità con il GDPR (il Regolamento generale UE per la protezione dei dati).

Regole di sicurezza

Da oggi è possibile configurare le regole per la sicurezza dell'utente. Esse comprendono:

  • definizione della lunghezza minima delle password;
  • memorizzazione della cronologia delle password;
  • definizione del periodo di validità della password;
  • definizione della complessità richiesta per la password;
  • divieto di sessioni multiple simultanee con lo stesso nome utente;
  • blocco degli utenti per un tempo predefinito dopo un dato numero di tentativi di accesso errati.

Inoltre, ogni evento utente ora comprende l'indirizzo IP dell'utente. Durante l'accesso al server, l'indirizzo MAC del computer viene memorizzato nel registro eventi di sistema e gli eventi di avvio esportazione ora comprendono il nome utente. Da oggi è anche possibile formare una white-list degli utenti che possono accedere al server, impostando l'intervallo dei loro indirizzi IP.

Puoi trovare l'elenco completo delle modifiche introdotte nella versione Axxon Next 4.2.1 nelle Note di rilascio. Lo strumento di installazione del software e la documentazione sono disponibili nella pagina dei download.


Altre Informazioni Importanti